La schisi del labbro, labiopalatoschisi, e la schisi del palato, palatoschisi sono mancate saldature delle parti che andranno a comporre il labbro o il palato che normalmente si formano durante le prime settimane di gravidanza.

La schisi del labbro può essere completa o incompleta, quando è completa il labbro è interrotto dalla narice fino al bordo rosso (porzione rossa delle labbra) e quando è incompleta il labbro è interrotto nella porzione bassa a partire dal bordo rosso. Può interessare uno entrambi i lati del labbro superiore. Se colpisce un lato, è definita labioschisi monolaterale o unilaterale; se colpisce entrambi i lati, è detta labioschisi bilaterale. In questo modo vengono quindi definite labioschisi unilaterali complete o incomplete e labioschisi bilaterali complete o incomplete. Nei casi bilaterali è possibile che da un lato la schisi del labbro sia completa e dall’altro lato sia incompleta. La schisi del labbro può associarsi alla schisi del palato, in tal caso la definizione è la labiopalatoschisi.

Il palato si divide in due porzioni: palato duro e palato molle. la porzione anteriore, nella quale è presente osso è il palato duro, la porzione posteriore e mobile, che termina con l’uvula, è il palato molle; nel palato molle è presente la muscolatura che fa muovere il palato durante la fonazione. Il palato duro anteriormente comprende anche la gengiva e l’alveolo che è l’osso che contiene i denti.

La schisi del palato è la mancata fusione  delle porzioni che compongono il palato durante lo sviluppo del bambino nel grembo materno. Non è la mancanza di una parte del palato, come può sembrare guardando.

Il palato è il tetto della bocca e anche il pavimento delle cavità nasali. Nelle schisi del palato di conseguenza esiste comunicazione tra bocca e naso.

La palatoschisi può coinvolgere le diverse porzioni del palato e variare notevolmente in estensione; può essere coinvolto il solo palato molle, essere estesa fino alla metà posteriore del palato duro, coinvolgere la porzione anteriore del palato duro fino agli alveoli. Quando coinvolge la porzione anteriore del palato duro può essere presente solo da un lato o essere presente da entrambi i lati.
Esistono quindi schisi del labbro complete e incomplete, unilaterali e bilaterali, esistono palatoschisi isolate con coinvolgimento di solo palato molle o anche del palato duro, esistono labiopalatoschisi unilaterali o bilaterali complete o incomplete.
Le schisi sono le più comuni malformazioni che si presentano alla nascita. In Italia. approssimativamente uno su 700/800 neonati nati vivi presenta una labioschisi e/o una palatoschisi.
Sono state analizzate diverse cause ma non ne è ancora stata identificata una specifica. Per il 20% dei casi è evidente una trasmissione ereditaria (presenza di casi simili nella famiglia) mentre per il restante 80% dei casi, la schisi è dovuta alla combinazione di fattori ereditari non evidenti che interagiscono con fattori ambientali (fumo, alcool, farmaci, infezioni virali e non) che agiscono negativamente nei primi due mesi di gravidanza, periodo in cui si compie il processo di saldatura.
Il trattamento delle schisi del labbro e del palato è chirurgico.

I pazienti affetti da labiopalato schisi necessitano di valutazioni ed eventuale supporto ortodontico e logopedico nell’arco della crescita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *