La chirurgia nel percorso terapeutico delle LPS ha il compito di ripristinare l’anatomia corretta  delle parti coinvolte dalla malformazione. Si tratta quindi di restituire una morfologia normale, garantendo nello stesso momento e con la stessa importanza gli aspetti funzionali, in particolare il linguaggio e la crescita dello scheletro facciale, fortemente influenzati dagli atti chirurgici.

Esistono numerosi protocolli terapeutici che possono differire per tecniche, protocolli e tempistiche per il trattamento delle labiopalatoschisi e per questi rimandiamo alla consultazione dei protocolli dei singoli Centri di cura presenti sul sito.

Gli studi scientifici hanno tuttavia permesso di definire i tempi entro i quali si ritiene indispensabile effettuare la correzione chirurgica. La riparazione del palato dovrebbe essere trattata entro l’anno di vita ed il labbro nell’arco del primo anno di vita.

La gestione dell’osso alveolare, quando è presente una schisi in tale regione è suscettibile di tempistiche differenti che vanno valutate da caso a caso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *