OSTEOPATIA

La Medicina Osteopatica (Osteopatia) è una professione sanitaria (individuata in Italia ufficialmente nella legge 3/2018) basata su un approccio integrato anatomico tra struttura e funzione. Come definito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), l’Osteopata attua la propria valutazione e terapia, solo ed esclusivamente, attraverso il trattamento manuale.
L’osteopata, con formazione specialistica neonatale e pediatrica, svolge un ruolo di intervento sugli aspetti biomeccanici legati e finalizzati ad alcune funzioni: suzione, mobilità muscolare e degli organi del cavo orale.
Possiamo individuare 3 momenti o fasi  di possibilità di intervento durante la vita del bambino con malformazioni, dietro indicazione specialistica  e sotto la guida del medico:

  • Fase neonatale e del lattante (fase pre-chirurgica) di promozione e di supporto all’allattamento andando ad integrare e facilitare tutti gli aspetti meccanici e neuro-muscoloscheletrici disfunzionali legati alla suzione;
  • Fase post-chirurgica: in casi selezionati può intervenire nel controllo del dolore fasciale post-chirurgico, alla mobilizzazione precoce dei tessuti mio-fasciali cicatriziali e delle strutture anatomiche coinvolte;
  • Fase di supporto funzionale: alla meccanica fonatoria e di linguaggio, in collaborazione con la figura del logopedista, laddove vengano riscontrare disfunzioni che limitino il lavoro riabilitativo logopedico e/o foniatrico; alla meccanica masticatoria, in collaborazione con ortodonzista e chirurgo maxillo-facciale, laddove si sviluppino sintomi dolorosi (oro-facciali, cervicali, cefalici) o difficoltà meccaniche mandibolari e linguali.

Il lavoro manuale dell’Osteopata pediatrico sarà sempre finalizzato al rispetto dei tessuti del bambino, attraverso la scelta e l’utilizzo di tecniche manuali indolore, in accordo e di supporto al sanitario proponente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *