Indietro/Stampa/Home/Il team multidisciplinare/L'Ortodontista

Principi di trattamento ortodontico nelle labio palato-schisi

 

 

introduzione

 

Il ruolo dell’ortodontista nel trattamento delle labiopalatoschisi può essere schematizzato in tre “tappe” fondamentali.

1) L'ortopedia prechirurgica, che consiste soprattutto in placche ortopediche, quando necessarie, iniziando i primissimi giorni di vita.

2) L’ortodonzia tradizionale, che presenta ovviamente numerose differenze con l’approccio ortodontico al paziente senza malformazioni cranio-facciali.

3) Il controllo della crescita, che rappresenta un compito di fondamentale importanza per poter man mano aiutare il chirurgo a migliorare i protocolli chirurgici adottati.

I pazienti affetti da labio-palato-schisi hanno spesso problemi a carico della crescita dei mascellari e soprattutto del mascellare superiore nei tre piani dello spazio e dei difetti di sviluppo della dentatura. Tali problemi vanno affrontati dall’ortodonzista con una profonda conoscenza dei processi di crescita nei pazienti affetti da schisi.

L’ortodonzista deve pure conoscere perfettamente il protocollo chirurgico cui sarà sottoposto il paziente, in modo tale che non vengano eseguiti trattamenti incongrui o in tempi non idonei. Divideremo le fasi di trattamento ortodontico in :

1) terapia in dentatura decidua,

2) terapia in dentatura mista,

3) terapia in dentatura permanente.


Descriveremo successivamente un sottocapitolo che riguarda un argomento abbastanza particolari nel trattamento delle labio palatoschisi, cioè il trattamento della protrusione verticale della premaxilla nelle labiopalatoschisi bilaterali complete.

>>