Indietro/Stampa/Home/La chirurgia primaria/LPS

LPS

 

PROTOCOLLO SCUOLA di MILANO CLASSICO

 

Cheilorinopalatoplastica per schisi bilaterale(in due tempi)
La schisi bilaterale presenta una serie di problematiche peculiari che rendono più complesso il trattamento e fanno si che i risultati per quanto buoni non siano come quelli della schisi unilaterale che spesso sono tali da rendere appena percepibile l’esistenza della malformazione.
La filosofia di base è quella del trattamento in due tempi della schisi unilaterale solo che la preparazione ortopedica all’intervento non ha solo lo scopo di allineare i monconi e diminuire l’ampiezza della schisi ma anche di allungare la columella che si presenta estremamente corta ( vedi descrizione ortopedia preoperatoria).

1° Tempo

In ogni caso l’intervento inizia con la ricostruzione del palato molle secondo il procedimento più sopra descritto. Si passa quindi alla riparazione del labbro e del naso. Solo nei casi in cui la protrusione della premaxilla è estrema, per impossibilità alla ortopedia è necessario effettuare il così detto intervento di “lip adhesion” con cui mediante semplice sutura mucosa e cutanea per 2/3 dell’altezza del labbro si trasforma la schisi totale del labbro in schisi incompleta e si ottiene così nel giro di alcuni mesi un sensibile arretramento della premaxilla e quindi una situazione anatomica più idonea ad una definitiva riparazione. Si eseguono i tracciati che derivano dalla tecnica di Delaire(1991) per i monconi esterni e dalla tecnica di Mulliken(1995) per il prolabio. Nel caso invece il piccolo abbia avuto l’allungamento ortopedico della columella (Cutting 1998) si riposiziona la columella ed il prolabio avendo cura di ricreare l’angolo naso-labiale con un punto di sutura tra angolo labio-columellare e spina nasale e si passa alla ricostruzione muscolare e labiale come già descritto. Anche in questo caso l’intervento termina con l’inserzione dei conformatori nasali.

2° Tempo

Attorno ai 18-24 mesi si procede al secondo tempo di chiusura della schisi residua a livello del palato duro e delle due schisi alveolo-mascellari.

.