Indietro/Stampa/Home/La chirurgia primaria/LPS

LPS

 

PROTOCOLLO SCUOLA di MILANO CLASSICO

 

Cheilorinopalatoplastica per schisi unilaterale (in due tempi)

1° Tempo

Attorno ai 4-6 mesi,spesso dopo ortopedia,si inizia l’intervento( caso 1) con la palatoplastica.
Si passa quindi alla cheilorinoplastica. Viene disegnato il tracciato dell’incisione che in sostanza è quella ideata da Millard. Si passa quindi alla ricostruzione mucosa vestibolare, del pavimento nasale anteriore, dei piani muscolarie quindi alla sutura cutanea con particolare attenzione alla ricreazione di un simmetrico arco di Cupido. A seguito della ricostruzione muscolare il naso ha ripreso una buona simmetria ed alcuni punti di sospensione della cartilagine alare possono perfezionare il risultato. Al risveglio nessun accorgimento particolare è necessario e il piccolo può riprendere l’alimentazione naturale poche ore dopo l’intervento.

2º Tempo

A 18-24 mesi per azione del cingolo muscolare labiale e di quello palatino la schisi residua a livello di alveolo e palato duro è sovente ridotta a pochi millimetri o addirittura i monconi sono in contatto per cui la riparazione dell’alveolo (gengivoalveoloplastica) e del palato duro può essere ottenuta senza incisioni laterali di rilasciamento (caso 2,3). In tal modo oltre a riparare la schisi del palato duro, con la gengivoperiostiplastica(GAP) abbiamo creato uno spazio a livello alveolare rivestito su tutti i versanti da mucoperiostio per cui in esso si formerà tessuto osseo evitando così la necessità di un successivo innesto osseo.

.