Indietro/Stampa/Home/Il bambino in crescita/L'udito

L'udito

 

I bambini con palatoschisi isolata o in abbinamento a labioschisi corrono un rischio maggiore di contrarre otiti, in conseguenza dell'inadeguatezza funzionale di alcuni muscoli del palato che presiedono all'apertura delle tube di Eustachio, i piccoli condotti che connettono la gola ali 'orecchio medio. Infatti, quando le tube di Eustachio non si aprono in modo adeguato, l'aria non può penetrare ali 'interno dell' orecchio medio: la mancata ventilazione può causare la formazione e l'accumulo di secrezione nell' orecchio medio, condizione nota come otite media diffusiva.  La secrezione che si è formata può poi diventare infetta causando al bambino febbre e un doloroso mal d'orecchie (otite media acuta).  Se l'otite persiste, se si verifica una perdita di udito o se il bambino ha infezioni ricorrenti che richiedono l 'utilizzo di antibiotici, si può ricorrere a una piccola procedura chirurgica (miringotornia), che consiste nella creazione di una piccola fessura nel timpano per drenare il muco; se possibile, la miringotomia viene effettuata nel corso dell'intervento al labbro o al palato.  Dopo aver effettuato il drenaggio, minuscoli tubicini possono essere inseriti nella fessura creata chirurgicamente, per permettere ali 'aria di entrare nell' orecchio medio e prevenire la formazione di muco. Dopo la rimozione dei tubicini, queste piccole fessure cicatrizzano rapida¬mente e in genere non provocano alcun danno permanente al timpano.

Un altro problema d'interesse otorinolaringoiatrico è quello di un eccessivo sviluppo delle adenoidi, che possono ostruire le tube di Eustachio. Asportare in toto le adenoidi può però avere conseguenze negative sulla fonazione, per cui è più indicato limitarsi all'asportazione della parte ostruente (adenoidectomia selettiva). I bambini con palatoschisi hanno un udito normale alla nascita, ma, per le ragioni appena esposte, è importante verificare regolarmente l'udito del bambino nei primi anni di vita.
E' opportuno che questi controlli siano eseguiti da un audiologo che disponga di un apparecchiatura audiometrica consona all'esame di bambini molto piccoli.
I genitori spesso si chiedono in che modo sia possibile controllare la funzionalità dell'udito di neonati o bambini molto piccoli. Gli audiologi hanno a disposizione molte tecniche per controllare l'udito anche in fasi così precoci, sostituite da altri test per bambini più grandicelli.